I benefici della cannabis terapeutica:
la storia di Maria Grazia

Mi chiamo Maria Grazia Canale ho 37 anni e da 17 ho la sclerosi multipla recidivante remittente (SMRR).

 

I primi sette anni della malattia sono stati accompagnati dai (per me) terribili effetti collaterali dei farmaci per la cura della stessa, fino al punto di rinunciare alle cure. Ho deciso con coraggio di continuare a curarmi solo fumando Marijuana, abitudine che comunque a scopo ricreativo già avevo da prima della diagnosi (eh si, lo ammetto!) e che, a detta di diversi medici che nel corso degli anni mi hanno monitorata, può aver avuto il merito del decorso lentissimo e quasi inesistente della mia condizione clinica.

 

Col passare del tempo però il costo (oneroso, per la necessità di trovare un prodotto pulito e di un certo livello di principi attivi necessari) ed il rischio per procurarmi la sostanza ha cominciato ad essere insostenibile per me. Ho cominciato la mia battaglia per ottenere la prescrizione per l’olio di Cannabis (scelta fatta per avere anche un doppio vantaggio sulla salute, evitando di fatto la combustione per l’assunzione) tramite il sistema sanitario, ci è voluto tempo e pazienza, ma finalmente quella tanto attesa prescrizione è arrivata!

 

La mia vita è cambiata, i dolori, le rigidità e disturbi vari sono venuti sempre meno, dormo bene la notte ed è aumentato l’appetito, ma soprattutto non ho più avuto ricadute!

 

Gli unici nei che ho potuto riscontrare sono stati il dover limitare la somministrazione solo alla sera perché durante il giorno mi causa nausea, ma di conseguenza la mattina al risveglio sono un pò intontita; altro neo troppo spesso ho difficoltà nella reperibilità della terapia per mancanza di materia prima!

 

Spero sia utile quanto ho scritto, la consiglio è una cura naturale, mi sento l’organismo pulito. Mi sento meglio!