I benefici della cannabis terapeutica:
la storia di Rosangela

Mi chiamo Rosangela, ho 62 anni e abito a Genova. Da tanti anni ho vari problemi di salute che purtroppo mi hanno resa invalida e con una qualità della vita decisamente pesante.
Soffro da molti anni oramai di osteoporosi galoppante, a 40 anni hanno riscontrato che le mie ossa erano già quelle di una settantenne. A 52 anni ho dovuto mettere le protesi ad ambedue le ginocchia. Ho diverse ernie alla schiena che, quando si risvegliano, mi distruggono. Soffro da molto tempo di fibromialgia e per tutto questo, il carico di medicine che devo assumere (oppiacei, antinfiammatori, antidolorifici, ecc…) hanno rovinato il mio stomaco e soprattutto il mio fegato.

Poi un giorno la luce.

Un dottore della terapia del dolore mi ha proposto l’uso della cannabis terapeutica. Devo essere sincera, all’inizio ero scettica, spaventata e ci credevo poco…considerate che non dormivo più da anni e anni.

Ad oggi sono circa due anni che uso cannabis terapeutica e la mia vita è cambiata. Assumo la cannabis la sera tramite decotto con un pochino di latte e burro. Da quando la assumo non ho più preso alcun tipo di farmaco, nessun sonnifero, nessun antidolorifico. La mia vita è decisamente migliorata. Adesso riesco a dormire almeno 6 ore di fila, i dolori sono sotto controllo e riesco a muovermi meglio. Tra l’altro non ho avuto nessun effetto collaterale, mi davano molti più problemi tutte le altre medicine che assumevo e vi assicuro che erano davvero tante.

Spero che sempre più medici prendano in considerazione questa terapia e la propongano ai pazienti come è successo a me. Si devono abbattere i pregiudizi verso la cannabis terapeutica perché usata correttamente e sotto controllo medico i benefici che si possono ottenere sono tantissimi.
Io ne sono un esempio vivente.
Io oggi riesco a camminare, a vivere una vita sociale che prima non esisteva.
Io oggi vivo.